Cos’è la Filosofia?

Definire non è mai un’attività semplice, si corre il rischio di semplificare troppo e di banalizzare. Eppure a volte è un’attività necessaria per poter capire di che cosa si stia parlando. Vediamo di fare un attimo di chiarezza sul significato del nome Filosofia e sui concetti che stanno alla base di quella che può essere considerata una delle più importanti attività dell’essere umano e delle varie società.

Come ben sappiamo il nome è composto da due parole:

filosophia

ovvero amore della sapienza.

Questo termine ha una doppia valenza che dobbiamo sempre tenere in mente (l’aspetto più bello del pensiero è quello di non fossilizzare mai la propria attività favorendo un solo punto di vista ma si devono lasciare aperte diverse possibilità di opinione e di veduta, anche contrastanti): la Filosofia ha un carattere contemplativo e un aspetto più pratico.

Se da un lato grazie alla Filosofia possiamo contemplare ed ammirare quella saggezza che si è sviluppata nel corso dei secoli ed è stata alla base di tutte le società, dall’altro lato (e ce lo ricorda a gran voce la Filosofia greca) ci porta a considerare la saggezza un vero e proprio valore che dovrebbe guidare tutte le faccende della nostra vita.

Platone

Il termine Filosofia può essere inteso alla luce di due significati. Il primo e più generale è quello secondo il quale questa Scienza sarebbe una ricerca autonoma e razionale, in qualsiasi campo si svolga, ricordiamoci che di per sé tutte le scienze fanno parte della Filosofia: le scienze, attraverso la ricerca, contribuiscono alla Saggezza. Il secondo significato è più specifico e intende quella ricerca particolare e specializzata che possa essere utile alle altre Scienze ma non le contiene in sé.

Le più grandi menti della Storia del pensiero, avevano un loro preciso concetto legato alla Filosofia, è interessante vederne l’evoluzione per capire a fondo cosa sia diventata oggi e quanto del passato sopravviva ancora.

Solitamente, nei manuali di Storia della Filosofia, si ricorda che per Aristotele la Filosofia è la Scienza dell’essere in quanto essere. Una frase che può sembrare un po’ ingarbugliata ma è estremamente vera. Per il grande pensatore greco, la Filosofia comprende anche tutte le scienze teoretiche, la Matematica, la Fisica e l’Etica; tutte Scienze che con la loro ricerca vogliono spiegare meglio l’esistenza e l’essere.

Abbiamo già visto che il concetto dei Greci per quanto riguarda la Filosofia è quello della ricerca e, se ci pensiamo bene, è difficile che possa esistere una Scienza senza ricerca.

Aristotele

Uno dei concetti più affascinanti riguardo alla Filosofia è quello di Platone, che considerava la Filosofia quella Scienza grazie alla quale si sa e si da fare un uso vantaggioso di quello che si sa. Per Platone non sembra esistere una gerarchia tra la Scienze, il conoscere è tutto importante.

Non è dello stesso avviso Aristotele. Secondo lui la Filosofia prima (la metafisica) gode di una certa supremazia nei confronti della filosofia seconda (la fisica) e la filosofia terza (la matematica).

Interessanti sono anche i concetti degli Stoici, secondo i quali la Filosofia è lo sforzo verso La Sapienza, e quello degli Epicurei che vedono la Filosofia come l’attività che rende felice la vita.

Riflettendo su questi diversi concetti e punti di vista, credo si possa arrivare ad offrire la seguente definizione:

La Filosofia è quel sapere indispensabile per la condotta e la felicità della vita umana.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...